San Vito Lo Capo

San Vito è un paesino tutto bianco sorto intorno alla sua Chiesa Madre nel corso del 700. Fulcro del paese è proprio questa chiesa, dall’aspetto  squadrato e massiccio che ricorda la sua nascita come fortezza saracena. Rinomata località balneare si apre in una baia e su spiaggie incantevoli con un’acqua cristallina che si tinge di sfumature dall’azzurro chiarissimo al verde e al blu intenso.

Siamo sulla punta nord-occidentale della Sicilia, un vero paradiso tropicale nel bel mezzo del Mediterraneo e forse non è un caso che lungo la strada per San Vito lo Capo si attraversi la frazione di Purgatorio…

Per arrivare in questa amena località di villeggiatura si segue la statale 187 che collega Trapani a Palermo. All’altezza di Baglio Messina si gira verso nord in direzione di Custonaci, si lascia alla propria sinistra l’inconfondibile profilo roccioso del monte Cofano e, superata la frazione di Castelluzzo, si giunge dopo circa 9 km a San Vito lo Capo, a ridosso dell’omonimo capo.

Escursioni raccomandate sono quelle verso la Tonnara del Secco e la vicina e celeberrima Riserva dello Zingaro. Per accedervi si percorre il lungomare in direzione est, verso il mone Monaco e da qui si prosegue lungo la via del secco per circa 2,5 km. Il luogo della vecchia tonnara è suggestivo, anche se ormai lo stato di abbandono degli edifici li rende piuttosto malconci, d’altronde è dal lontano 1969 che la pesca del tonno si è qui, definitivamente, fermata. Proseguendo ulteriormente si va verso lo Zingaro.

Questa riserva è un luogo di straordinaria bellezza, senza una strada che l’attraversa ed è quindi il regno del trekking e del… sudore!

Appartamento
Voglia di una vacanza ?
Vieni a San Vito lo Capo, solo qui è vera evasione...